mercoledì 30 aprile 2008

Dicono porti fortuna...

Goethe



"I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi"

(Goethe)

martedì 29 aprile 2008

Undici milioni in dieci anni



11.000.000 di euro in 10 anni.

Certo, l'avessi espresso in lire avrebbe fatto più colpo: tre zeri in più nella linea.



Senza ulteriori giri di parole, sul'Adige online apprendo che la Provincia nel decennio 1997-2007 ha speso tale cifra per contrastare lo spopolamento della montagna trentina, mediante aiuti ai dettaglianti/piccoli esercenti.


La prossima mossa pare sia la creazione di distributori automatici di "riso, pasta, formaggio sottovuoto" per agevolare gli anziani dei paesini più isolati.



Ora, sono convinto che la notizia sia stata posta in modo un po' frammentario, e che una lettura veloce potrebbe portarci a tirare conclusioni affrettate, ma insomma...che altro dire?

Patricia Cornwell - Calliphora


Avete mai visto il film "Misery non deve morire"?

Secondo me qui è successa la stessa cosa: la Cornwell è tenuta in ostaggio da qualche maniaco lettore dei suoi libri, che la costringe a scrivere una sfilza di boiate per continuare la serie.

Così si spiegherebbe un romanzo che assume l'andamento "a puntate" tipico delle soap opera: Kay Schiappetta, la protagonista, è una donna matura ma ancora parecchio piacente.

E' concupita da: un autodistruttivo detective italo-americano, un esperto dell'FBI che si finge morto e da due gemelli serial killer [uno è bellissimo, l'altro è un mostro ipertricotico accecato nel precedente episodio - ciò non toglie che riesca a scappare da un carcere texano di massima sicurezza poco prima di esser giustiziato]. Aggiungete una nipote gnocca, maga dell'informatica e con tendenze lesbo. Aggiungete che l'avvocato dei due gemelli è il figlio del detective "buono". Aggiungete che la mosca che dà il titolo al libro fa solo un paio di comparsate e la criminologia che ha fatto la fortuna dell'autrice [oltre che di tante serie Tv, CSI in testa] scarseggia in maniera imbarazzante... et voilà.


Ecco perchè, personalmente, NON vi consiglio di leggere questo libro.


Se poi avete sviluppato una seria forma di Cornwell-dipendenza, ok: prezzo di copertina 18 euro.



[a me l'hanno prestato, se ve lo foste chiesti]

lunedì 28 aprile 2008

Gnocche trentine

Già che ho appena alluso all'universo femminile, ecco un post tendente al gossip:

un sito di ragazze immagine, trentine [più o meno] DOC

Forza ****!


La squadra di pallavolo di Trento in finale!!!!

Si, quella che si chiama come una compagnia di assicurazioni [di proprietà del vescovo, per giunta, si vocifera]...sapete come abbia poca simpatia della categoria quindi faccio un po' di fatica a pronunciar lo sponsor :)

Finali contro Piacenza, inizio in maggio.


ps. chissa come mai, ho sempre preferito il volley femminile ;)

Le 4 coppe



Da Maso Cantanghel, cantina nel forte austriaco [tagliata stradale]

domenica 27 aprile 2008

Il punto sul fine settimana


Il week-end atipico [grazie alla Liberazione] mi ha fatto perdere la concentrazione sul blog; mi spiace, non aver avuto il tempo di parlare di Cesarino Fava come avrebbe meritato.

Mi sono anche scordato [o meglio, ho avuto altre priorità] di andare a curiosare il Salone del libro di montagna; perdendomi sia il reading di Enrico Brizzi che quello a tema "Mario Rigoni Stern". E finora non ho avuto ancora modo nemmeno di vedere che film proiettino...vedrò di rimediare...


[nota a margine: sapevate che l'ultimo libro di Brizzi, "Il pellegrino dalle braccia d'inchiostro", è dedicato proprio a MRS?][A lui e ad un certo Bill Maier, che però non conosco]

giovedì 24 aprile 2008

Cesarino Fava


Da parte di questo blog,

un pensiero ed un ricordo per Cesarino Fava.

mercoledì 23 aprile 2008

Risveglio della natura: aggiornamento

Diario di bordo - giorno 2.

Secondo giorno consecutivo con sveglia all'alba. Contatto pacifico con la fauna che popola il pianeta. Necessitiamo di adattamento alle abitudini della specie.


In soldoni, anche stamattina mi sono svegliato alle 5 e anche stamattina il solito uccellino sul tetto volevo battere il record mondiale di gorgheggio rumoroso.

Vi farà piacere sapere che all'alba al paesot si sente cantare un fottìo di uccelli. Anche un cuculo.

Bè, nei paesottei della Val di Non o della Valle dei Laghi all'alba hanno l'orso che girovaga nei giardini...io comunque ancora un'alba di cinguettii a palla e dò fòr da mat :)

martedì 22 aprile 2008

Watten


Mai giocato a "watten"?

Risveglio della natura

E' incredibile la natura.

Bastano un paio di raggi di sole che oggi pomeriggio sbucano dietro due settimane di nuvole [e pioggia, e neve] per ricordarci che siamo pur sempre in primavera.

E basta un uccellino che canta sul tetto alle 5 di stamattina - incessantemente - per farmi dimenticare quanto ami TUTTI gli animali :)

domenica 20 aprile 2008

La bolp


Mai giocato a "la bolp"?

Birra Fravort

Ok, la notizia rischia di sconfinare nella pubblicità, ma è talmente curiosa che faremo un'eccezione.


Apprendo che verrà presto commercializzata la "Fravort Freshbeer".

Alla stregua della birra fiemmese, un primo stabilimento a Ospedaletto ed un secondo a Levico [comprensivo, pare, di cittadella della birra] produrranno una lager a bassa fermentazione interamente preparata con ingredienti locali [che, nel caso della birra, sono poi semplicemente acqua, malto, luppolo].


Sono curioso. Speriamo che, per le classiche oscure dinamiche di mercato, non finisca per essere venduta solo nei supermercati fuori dal Trentino [provate a cercare la minerale Levico casara o quella di Pejo qua da noi...esatto, un'impresa]

sabato 19 aprile 2008

Argentario


[panoramica sul Calisio tratta da girovagando]


Il Calisio è una montagna ricca di storia. Chiamato anche Argentario, per l'attività estrattiva medievale che ha lasciato ovunque segni ancora tangibili, ebbe un ruolo centrale non tanto nella prima Guerra mondiale, quanto nel novero delle opere difensive austriache, sulle montagne ad est del capoluogo.


Domani, alla trasmissione Melaverde, verranno rievocati i tempi dei canopi e delle calcare.



Più di tutto vi consiglio di dar un'occhiata al sito dell'Ecomuseo dell'Argentario

Macchie di bianco nel bosco


Primavera.
Un aspetto che mi colpisce ogni anno con rinnovato piacere sono le fioriture di ciliegi o meli selvatici, cresciuti disordinatamente nel bosco: piccole macchie bianche perse nelle infinite gradazioni di verde.


PS: se vi state chiedendo come mai la foto sembra "spenta", guardate fuori dalla finestra. Da due [lunghe] settimane il cielo è sempre grigio.


venerdì 18 aprile 2008

Beppe Grillo - Tutto il Grillo che conta


Una specie di "best of". O una specie di bignami del grillo-pensiero. O il manifesto dei tempi attuali: confusi e arrabbiati. O una speculazione?

Insomma, fate voi.

Da quando ha scoperto internet [ma ricordate sempre che, circa una decina di anni fa, Grillo terminava i suoi spettacoli prendendo letteralmente a mazzate un pc] Beppe Grillo è cambiato.
Il suo blog è uno dei più visitati ed il nostro è diventato un guru mediatico, un santone anti-multinazionali, antipolitica, antinquinamento, antitutto.



E dire che prima dell'avvento del web oscure logiche di potere l'avevano messo al bando per anni...


Bè, torniamo al libro: si legge volentieri, una selezione di casi italiani, ancora vivi nella nostra memoria. Un solo consiglio: prendete tutto quello che leggete col beneficio d'inventario.

E non solo in questo caso, s'intende.

giovedì 17 aprile 2008

Un atto di pazzia e coraggio:



[sondaggio chiuso]

Base jump dal Brento: 5 voti
In falesia in libera: 1
ferrata di Montalbano: 1
Rafting sul Noce: 3
Una bella "nera" in Val di Fassa: ZERO VOTI [ci mancherebbe altro!...bravi]
Scalare una cascata di ghiaccio a Daone: 4
L'Acropark di Centa: 0
Svegliarsi alle 3 di mattina x avvistare l’orso: 3 [soprattutto se ci sono in giro i cacciatori cantonali]
Sub sotto il lago di Levico ghiacciato: 11
Nuotata di capodanno a Torbole: 1 [brrrr]
Windsurf: 0
Un tuffo di 10 metri nel lago di S. Giustina: 3
Bungee jumping da un ponte: 1
Attraversare il mercato del giovedì a TN: 5 [eh eh]
Sci nautico a Caldonazzo: 0
La Tonca nell’Adige alle feste vigiliane: 0

mercoledì 16 aprile 2008

JJ3

Ho sentito la notizia, JJ3 morto. La sensazione era che fosse un "dead bear walking": tante offerte di dialogo, ma le autorità cantonali la loro decisione l'avevano presa.


Ho cercato in rete una foto esplicativa, non necessariamente attinente: bè, credetemi, mi sembravano tutte troppo crude.
Per cui ho scelto questa, "fumettistica", per non turbare la sensibilità di nessuno.


Capisco come sull'orso ci siano tante posizioni: chi li vuole tutti morti, chi lo teme, chi lo ama. Chi lo avrebbe narcotizzato e rinchiuso. Chi li vorrebbe tutti liberi. Insomma, come già per JJ1 e Jurka, la polemica è accesa.


Io comunque voglio scrivere qui segnalandovi che, mentre appunto cercavo un'immagine "dead bear", "orso morto", "orso abbattuto", continuavo ad incappare in siti che offrono viaggi venatori.

Ammetto la mia ignoranza: non mi ci ero mai imbattuto.



[Avvertenza: i link che seguono contengono foto di selvaggina morta che potrebbero turbarvi: ho scelto di non renderli direttamente eseguibili, così chi vuole se lo copia&incolla appositamente]



Apprendo che in Bulgaria per un prezzo variabile tra i 3000 ed i 6000 euro puoi sparare al tuo bell'orso.

http://www.tuttocaccia-fileva.it/bulgaria/orso_bruno.html

Un cedrone abbattuto, 1100 euro; ferito, 259 [ammetto che questa non l'ho ben capita: cioè se lo ferisco senza ucciderlo mi fate lo sconto? Ovviamente la povera bestia la lasciamo andare via senza cercare di recuperarla/curarla, chissenefrega]

http://www.tuttocaccia-fileva.it/bulgaria/gallo_cedrone.html


In Argentina, un puma costa sui 2500, un bufalo sui 2000

http://www.tuttocaccia-fileva.it/argentina/puma.html

In Camerun il cuoco Joseph prepara ogni giorno pane fresco e in cucina utilizza principalmente selvaggina dai franconeri, alle faraone, alle grandi antilopi [strano non abbiano accennato al brasato di elefante con spolverata di corno di rinoceronte bianco]

http://www.tuttocaccia-fileva.it/camerun.html

Un bel po' di elefanti in Botswana, se hai 35000 euro che ti avanzano.

http://www.safariinternational.com/public/ita/CACCIA+AL+ELEFANTE+IN+BOTSWANA.asp

Alcuni sono anche curiosi: stambecco dell’Himalaya [7000], tahr in Nuova Zelanda ["Si può cacciare a piedi, ma si raccomanda l'uso di elicottero"]

http://www.safariinternational.com/public/ita/CACCIA+ALLO+STAMBECCO+DELL+HIMALAYA+IN+PAKISTAN.asp
http://www.safariinternational.com/public/ita/CACCIA+AL+CERVO+CAMOSCIO+E+TAHR+IN+NUOVA+ZELANDA.asp





Che altro dire??




martedì 15 aprile 2008

La politica in Italia


Artisti trentini


Adriano Fracalossi
Memoria che fugge
Tempera (cm 70x50)
















Marco Berlanda
El pu bel polsar quando sen strachi, l’è coi amizi
Smalto a olio (cm 70x100)

Neve d'aprile


Non che la cosa ci abbia sconvolti; però uscire dalla galleria - rientrando in Valsugana - e trovarsi di fronte Gronlait e Fravort di nuovo perfettamente candidi fa sempre un certo effetto.

Ha nevicato poco sopra Kamauz, diciamo dai 1400-1500 in su...siamo a metà aprile ma può nevicare ancora.

lunedì 14 aprile 2008

Panoramica




Foto presa dal sito Girovagandointrentino;

qui trovate la versione "full size"




Costalta - inizi ventesimo secolo

Un articolo de "L'Adige"


Antermoia




Un altro articolo de "L'Adige"

sabato 12 aprile 2008

venerdì 11 aprile 2008

Pastorizia - una notizia non molto romantica...

Premetto che prendo sempre con gran beneficio d'inventario cioè che scrivono i giornalisti [una cosa è la notizia, un'altra come viene riportata].


Non me ne voglia l'autrice del blog Pascolo Vagante, ottima cronista di un mondo che sta cercando una nicchia per non scomparire in questi tempi così tecnologici e così globalizzati, un mondo romantico che spero non scompaia mai.



Comunque la notizia di oggi [recuperata dal solito sito de "L'Adige"] è questa:


un gregge transitato per la zona a sud di Trento [il giornale aveva già scritto l'altro giorno dell'attraversamento della tangenziale cittadina da parte delle pecore] si sarebbe "dimenticato" 4 agnelli, ritrovati infreddoliti e "salvati" dai vigili urbani, che poi li avrebbero riconsegnati al pastore con tanto di ramanzina finale.




Personalmente tenderei appunto a concedere al pastore il beneficio del dubbio, prima di accusarlo di incuria e abbandono...

giovedì 10 aprile 2008

Voi siete qui

Elezioni 2008: la solita giungla.

I partiti: oggetti non identificati.


Da qualche anno è di moda farsi aiutare dal web a darsi una collocazione: voi siete qui.










Anche stavolta Bersntol dimostra

a - di aver risposto a caso
b - di non aver capito le domande
c - di essere un pericoloso sovversivo :)

Di questi tempi trovar lavoro è un'impresa...

Eh si.
Purtroppo non sono tempi facili per chi cerca lavoro, nemmeno in Trentino.


Per questo, qualcuno aprirà il link che propongo per pura curiosità; a qualcuno invece l'informazione potrebbe fare comodo [pur trattandosi di posizioni part-time e piuttosto precarie].




Il Kulturinstitut raccoglie e valuta domande di lavoro per le seguenti posizioni:

  • Viarer/en - Guide
  • Hiater - Custodi
  • Hauptviarer/en - Coordinamento Bersntoler Museum
  • Òrbeter ver en gortn van Filzerhof - Lavorazione dell’orto del Filzerhof a Fierozzo/Vlarotz
  • Òrbeter ver de acker va de Mil - Lavorazione dei campi al mulino a Roveda/Oachlait
  • An pauer as trong tannt saina vicher ver a zaitl en Filzerhof - Un contadino disposto a portare per alcuni periodi i propri animali nella stalla del Filzerhof

Per alcune ci sono requisiti ben precisi, per altre no; maggiori informazioni sul pdf linkato

martedì 8 aprile 2008

Italia [e ho detto tutto]

La cosa più difficile di questo post è trovargli un titolo all'altezza.
La seconda cosa più difficile sarebbe non arrabbiarsi, o ridere, o .... [fate voi]

Immagino come, in un momento così delicato per il Paese, questa lettura vi aiuterà a trovare "la via".

E non pensate che me li sia inventati, i nomi e simboli che seguono: anzi vi invito ad andarvi a vedere tutti i partiti ammessi alle elezioni di questo week-end [file pdf].

Chissà come sono i non ammessi.















Ecco alcuni altri nomi:

  • LISTA INDIPENDENTE NORD AMERICA
  • CASTA CONTRO
  • L.I.R.A. (Libertà, Indipendenza, Rispetto, Amore)
  • LISTA NO MONNEZZA IN CAMPANIA - PARTITO ANIMALISTA AMBIENTALISTA
  • CONSUMATORI CIVICI ITALIANI
  • miogoverno.it - 50.000noi
  • SUD LIBERO
  • NO EURO - Lista del Grillo
  • NEL NOME DELLA DONNA LISTA STEFANIA ARIOSTO PARTITO DEMOCRATICO DONNE
  • PARTITO INTERNETTIANO
  • MOVIMENTO NAZIONALE DELFINO
  • Movimento Ultima Speranza
  • Movimento Giovani Poeti D'Azione
  • Sogno italiano
  • NO ai PACS
  • 100%
  • Nucleo Tremmista Nazionale



Dai, andate a guardarveli tutti.

Qualche film visto negli ultimi tempi

Ok, sarà un mese che ho in sospeso questo post. Tutte le locandine sono state prese in prestito da mymovies.it, cosicchè i link alle recensioni puntano lì



Criminali da strapazzo

Il crimine paga o no? Se non sei Woody spesso si...ma tanto se sei lui, hai altre entrate.

Niente a che vedere con "Prendi i soldi e scappa": questo è due semafori indietro...










Io sono leggenda

One man show di Will Smith, parte bene ma finisce per rivelarsi una mezza bolla di sapone [vabbè, mezza...].


Tra l'altro io facevo il tifo solo per il cane.












L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford

Titolo lungo = film lungo.

Signori, questa è storia ammmericana.
Bella l'atmosfera western, ma il film è lento, troppo introspettivo, e quando è finito mi ha lasciato quella strana sensazione di qualcosa che manca, non saprei spiegarvela bene.

Bella la frase sulle parole scritte sull'acqua e nel vento.








The Bourne Ultimatum - Il ritorno dello sciacallo

Bello. Azione.















Il calamaro e la balena

Jeff Daniels [il padre] per capirci era quello più scemo in "Scemo e + scemo".

Bella prova d'attore.

Il film però è triste.

lunedì 7 aprile 2008

Identità

Palai
Nella foto: un'imbiancata Palù/Palai [foto di repertorio]


Leggo sul solito sito online de "L'Adige" che la popolazione del più alto comune mocheno è in subbuglio: è prevista la costruzione sul territorio di 28 nuovi alloggi.

Interessante la lettura delle interviste, visto che parlano anche del famoso parcheggio [mi consola vedere che anche agli autoctoni l'operazione suona sospetta][NB: il cantiere è ancora aperto........]

domenica 6 aprile 2008

giovedì 3 aprile 2008

Due storielle zen [?] sul ghiaccio

Ora la neve sta sciogliendo velocemente, ma in montagna restano tante zone d'ombra, in cui resisterà ancora a lungo. Sui sentieri dove è stata calpestata è ormai diventata un ghiaccio resistente ed insidioso.


1. Valcava:

Una coppia di vecchietti mocheni a bordo di un'Ape si ferma dove finisce la strada forestale, al limitare del bosco.
Lui resta nell'abitacolo mentre lei [una semplice telara, fazzoletto in testa e stivalacci di gomma sporchi di cacca di mucca] arranca faticosamente; sulle spalle un sacco che riempirà di rami spezzati e altre minuterie. Il sentiero è ghiacciato. Un solitario Bersntol [scarponi con suole in vibram, abbigliamento tecnico, bastoncini telescopici, insomma un fighetto sfigato] la raggiunge e, mentre la supera, la saluta.

Bersntol: "bondì"
Vecchiettina: "bondì. Me raccomando, el faga atenziòn, che gh'è giaz e se slipega!"

Un iperaccessoriato Bersntol quasi scivola :)
La stivalgommata vecchietta continua con passo sicuro.


2. Sentiero dei Nomadi, nel folto del bosco:

Lentiggini ha lasciato in auto i bastoncini. Bersntol le presta i suoi, ma nel tratto più ripido ne tengono uno a testa. Lentiggini detta il passo in discesa.

Lentiggini, voltandosi: "così te me pari el dotor House"
Bersntol quasi scivola :)

mercoledì 2 aprile 2008

Lo Schratl


In un tempo assai lontano
Con la segale ed il grano
Già che l’orzo vien battuto
Ed il pino è oramai caduto
Nell’inverno e primavera
Cade neve nera nera
C’era allora, c’era… c’era…

… un maso su a Fierozzo, dove i pastori se la passavano ben bene. Al mattino, appena mandate le pecore al pascolo, le pecore erano già sazie. E i pastori non capivano come potesse essere questa storia. Una notte si sono nascosti dietro la porta della stalla e hanno vegliato ed aspettato. Un piccolo ometto, con la giacchettina rossa e un rosso cappellino è venuto e ha condotto fuori le pecore. Alla mattina ha ricondotto dentro le pecore, facendo così il lavoro dei pastori. E così succedeva ogni notte. Poiché i pastori han veduto che l’omino era a piedi nudi, decisero dicomperargli un paio di scarpe. Naturalmente rosse. A sera i pastori han messo le scarpine davanti alla porta della stalla. L’ometto è venuto, ha visto le scarpine, ha ballato dalla gioia e ha detto: Oggi ancora! E nessuno lo vide mai più, lo Schratl.

Al vedere le scarpe
Di stucco ci resta
Finisce il lavoro
Comincia la festa.


Fonte:
G. Šebesta, Lo Schratl, da Fiaba-Leggenda dell’Alta Valle del Fersina, pp. 80-81, Museo degli usi e costumi della gente trentina, San Michele all’Adige, 1980

martedì 1 aprile 2008

Pesci d'aprile

Non ho molto tempo per postare, oggi: l'argomento del giorno sarebbe stato il pesce d'aprile. Senza alcun dubbio.


Vabbè, mi accontenterò di buttar dentro al blog l'immagine del simpatico pesce mutante de I Simpson