martedì 17 luglio 2007

Fauna da lago

Una pubblicità di una compagnia di crociere mostra una ragazza nuda nella vasca da bagno: piange.
Una specie di crisi di astinenza da ferie, appunto.

Visto che il ritorno in "ditta" è stata campale - e per evitare ricadute - verso le 18 sono riuscito a fiondarmi al lago. Un'oretta di caldo impressionante.
Il solito gruppetto di 35-40enni perenni, come li chiamo io, visto che formano una crew chiusa ma molto presente: tutti i giorni, a tutte le ore, sempre i soliti. Ora, non che mi sia rotto la testa a pensarci, ma questi che cavolo di lavoro faranno per poter essere al lago alle due come alle sette di sera? Magari fanno la notte in fabbrica o come infermieri, ma cazzarola, di solito la gente deve anche farsi la spesa, le lavatrici, queste cose qua. Boh! Comunque confesso, la mia è tutta invidia.

Un altro fenomeno tipico: i gruppetti di 15-16-17enni. Ahia, età contorta...in un'ora che siam stati vicini di asciugamano han prodotto - e abbandonato - più rifiuti che il sottoscritto in un mese di raccolta differenziata.

Un ultima considerazione, le teste bionde hanno fama di esser lievemente più rispettosi della legge degli italici: oggi non mi è sembrato, evidentemente quando entrano in Trentino il codice stradale diventa un optional [una barzelletta, tipo come il protocollo di Kyoto]

Vabbè. Comunque credo sia la prima volta che mi capita di aver sperato ci fosse l'autovelox sulla strada.

2 commenti:

Sara ha detto...

Beh te lo dico io che lavoro fanno: i provinciali, opppure lavorano in università come una tizia che conosco 4 ore di segretariato la mattina e poi tutti al lago a buttar monnezze....
Sì mi sa proprio che siamo vicini !
Un saluto....

Bersntol ha detto...

Mmmm troppo muscolosi/e e tatuados per esser provinciali!

Pensavo più a ristoratori/baristi/cuochi..

..ma in effetti -ripensandoci- in giro la sera non mi sembra di averli mai visti...