giovedì 1 maggio 2008

Scelte



Sono tornato a casa da circa un'ora, notte piovosa. Ma non riesco a prender sonno.


Poco fa - bello spavento - ho rischiato di investire una creatura del bosco che mi ha attraversato la strada all'improvviso: credo fosse un tasso.


Ho frenato in tempo, fortunatamente, e così ha fatto anche l'auto sconosciuta che mi seguiva [un po' troppo vicina]: ma la cosa, col senno di poi, avrebbe potuto farmi sorgere un dilemma morale.

Frenare e rischiare di farmi tamponare? O non frenare e rischiare di investire il tasso [quindi spavento, angoscia per la bestiola e sensi di colpa per mesi]?



Meglio andar piano di notte, valà.

3 commenti:

francesca ha detto...

credo che il problema non si ponga, sai. Viene istintivo, si frena, non hai tempo di pensarci sopra, sei perso troppo di sorpresa.

Se poi il bestio e' grande (capriolo, cervo, tasso, ors, ma anche la bolp), IMO investirlo vuol dire bloccare l'auto lo stesso, farsi tamponare uguale, magari anche uscire di strada, e fare altrettanti danni che a frenare.

Insomma, dormi e no pensarghe su.

Vai a dòrmer bonora putost! ;)

Anonimo ha detto...

Guarda, in settembre mi è successo un brutto incidente con un cervo femmina.

Stavo andando al passo Palade, ho visto dei cervi attraversare la strada, ho frenato, ero praticamente ferma e una cerva mi ha caricato di lato :( .

Macchina distrutta, cerva defunta (l'ho vista morire e per un'amante degli animali come sono io è stato un brutto colpo!), ma per fortuna io e i miei compagni di viaggio siamo rimasti illesi.

Come dice francesca, il problema non si pone: l'istinto ti fa frenare cmq.

Misty

Bersntol ha detto...

E' vero: frenare è la cosa giusta da fare.

Mi spiace per la cerva..


ps: per fortuna che m'avè dit de nar a dormir bonora e non de bever de men!

:)


[scherzo io bevo pochissimo]